Senza luce

In collaborazione con gli Amici della Fondation Frederic Gaillanne. Al termine dello spettacolo Lara, accompagnata dal suo cane guida Adisson, ci racconterà del buio. Quello vero.

In un altro tempo, in un universo dove comandano leggi di un’altra fisica, una terra e una luna sono tanto vicine da potersi quasi toccare. Gli abitanti di quel mondo salgono e scendono dal satellite giocando con una gravità un po’ bislacca, a tratti simile, ma in fondo completamente diversa dalla nostra. Rimangono immutabili le leggi del cuore, che scandiscono il cercarsi e il perdersi dei personaggi della storia, sospesi fra mondi e amori inconciliabili. Sotto la volta stellata del planetario il fluire di una canzone ci conduce nella nuova dimensione e segna il tempo della vicenda, per riportarci, infine, alla nostra fisica e alle consuete vibrazioni del sentimento umano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *